Gli Algoritmi e il Calcolo meccanico

Utilizzeremo calcolatori meccanici della fine dell’800 e della prima metà del ‘900 per ripassare gli algoritmi di calcolo in colonna, scoprendo che sono alla base dell’informatica moderna.

L’attività è consigliata per gli ultimi anni della primaria, per la secondaria di primo grado e i primi anni della secondaria di secondo grado.

Registrazione completa dell’attività (senza le interazioni basate su ActiveViewer) caricata a posteriori

L’evento sarà preceduto da un incontro preparatorio per insegnanti, il 20 ottobre alle 17:00.

Come partecipare

Per partecipare è sufficiente collegarsi al link https://bit.ly/calcolo-meccanico-codeweek21, tramite LIM o altro dispositivo con schermo e amplificazione adeguati alle dimensioni della classe, entro le ore 11 del 21 ottobre 2021, eseguendo ACCESSO ANONIMO e specificando il numero di persone che seguiranno l’attività da quel dispositivo.

ActiveViewer consentirà a tutte le classi di partecipare attivamente, rispondendo in diretta ai quesiti posti da Alessandro Bogliolo e contribuendo alle decisioni condivise sull’uso dei calcolatori meccanici oggetto della sperimentazione.

Gli insegnanti che partecipano al programma di formazione accreditata potranno accedere da qualsiasi dispositivo con il proprio link nominale, che avranno ricevuto via e-mail come spiegato nel webinar di preparazione.

La partecipazione nominale e quella anonima offrono le stesse funzionalità e la stessa esperienza d’uso. L’unica differenza è l’accesso nominale, che rende la partecipazione utile ai fini della formazione in servizio.

Formazione accreditata per gli insegnanti partecipanti

Secondo il modello di Formazione sul campo, la partecipazione degli insegnanti all’evento e all’incontro preparatorio può essere riconosciuta come formazione in servizio accreditata. Gli insegnanti che vogliano ricevere attestati di partecipazione validi ai fini della formazione devono registrarsi gratuitamente compilando questo modulo online entro le ore 20:00 del 18 ottobre 2021.

La registrazione serve solo ai fini del riconoscimento della formazione degli insegnanti. L’evento è aperto anche alla partecipazione di chi non è registrato.

Come registrare l’attività sulla mappa

Si tratta di un’attività online aperta. Gli insegnanti che intendono partecipare con le proprie classi possono registrare la partecipazione sulla mappa delle attività di CodeWeek, inserendo un’attività con le seguenti caratteristiche:

Tipo di attività: Attività presenziale privata

Titolo: “[nome della scuola o della classe] partecipa a Algoritmi e Calcolo meccanico”

Nome dell’organizzazione: nome della propria scuola

Tipo di organizzazione: Scuola

Descrizione: Ispirata a questa pagina

Indirizzo: quello della propria scuola

Sito web dell’organizzatore: quello della scuola o questa pagina

Contatto: il proprio

Tag: Algoritmi, Calcolo meccanico, ActiveViewer

Codice Code Week 4 all:  cw21-itTlz

Tutti gli altri campi possono essere liberamente ispirati a quelli di questo evento.

webinars-2021-calcolo-mecccanico

CodyColor con ActiveViewer

Giocheremo in diretta con CodyColor. L’attività sarà coordinata online da Alessandro Bogliolo, che utilizzerà ActiveViewer, lo strumento utilizzato per condurre CodyTrip, per permettere la partecipazione attiva di tutte le classi.

L’evento sarà preceduto da un incontro preparatorio per insegnanti, il 18 ottobre alle 17:00.

L’attività è consigliata per la scuola primaria.

Registrazione completa dell’attività, caricata a posteriori…

Come partecipare

Per partecipare è sufficiente collegarsi al link https://bit.ly/codycolor-codeweek-2021, tramite LIM o altro dispositivo con schermo e amplificazione adeguati alle dimensioni della classe, entro le ore 11 del 19 ottobre 2021, eseguendo ACCESSO ANONIMO e specificando il numero di persone che seguiranno l’attività da quel dispositivo.

Gli insegnanti che partecipano al programma di formazione accreditata potranno accedere da qualsiasi dispositivo con il proprio link nominale, che avranno ricevuto via e-mail come spiegato nel webinar di preparazione.

La partecipazione nominale e quella anonima offrono le stesse funzionalità e la stessa esperienza d’uso. L’unica differenza è l’accesso nominale, che rende la partecipazione utile ai fini della formazione in servizio.

Formazione accreditata per gli insegnanti partecipanti

Secondo il modello di Formazione sul campo, la partecipazione degli insegnanti all’evento e all’incontro preparatorio può essere riconosciuta come formazione in servizio accreditata. Gli insegnanti che vogliano ricevere attestati di partecipazione validi ai fini della formazione devono registrarsi gratuitamente compilando questo modulo online entro le ore 20:00 del 16 ottobre 2021.

La registrazione serve solo ai fini del riconoscimento della formazione degli insegnanti. L’evento è aperto anche alla partecipazione di chi non è registrato.

Come caricare l’attività sulla mappa

Si tratta di un’attività online aperta. Gli insegnanti che intendono partecipare con le proprie classi possono aggiungere la partecipazione sulla mappa delle attività di CodeWeek, inserendo un’attività con le seguenti caratteristiche:

Tipo di attività: Attività presenziale privata

Titolo: “[nome della scuola o della classe] partecipa a CodyColor”

Nome dell’organizzazione: nome della propria scuola

Tipo di organizzazione: Scuola

Descrizione: Ispirata a questa pagina

Indirizzo: quello della propria scuola

Sito web dell’organizzatore: quello della scuola o questa pagina

Contatto: il proprio

Tag: CodyColor, ActiveViewer

Codice Code Week 4 all:  cw21-ZzREF

Tutti gli altri campi possono essere liberamente ispirati a quelli di questo evento.

webinars-2021-codycolor

Come partecipare a Europe CodeWeek 2021

Le modalità di partecipazione all’edizione 2021 di Europe Code Week sono illustrate nel webinar del 24 settembre, che può essere seguito in diretta alle 18:00, o rivisto nei giorni successivi direttamente da questa pagina.

A questo indirizzo è disponibile la lettera di invito ai dirigenti scolastici.

codeweekScuole-2021

 

9. Algoritmi intuitivi di ricerca dicotomica

La proposta di oggi è adatta a tutti, dall’infanzia all’università, e non ha prerequisiti.

Vi propongo di guardare questo brevissimo video, pubblicato esattamente 3 anni fa, che parla di algoritmi partendo da un indovinello.

La migliore strategia per risolvere l’indovinello senza sperare nella sorte è la stessa che si usa per cercare una pagina in un libro, una parola in un dizionario, un libro in biblioteca o qualsiasi cosa appartenga a un insieme ordinato.

Il procedimento generale è un algoritmo ricorsivo, chiamato algoritmo di ricerca dicotomica.

Dopo aver guardato il video in classe potete:

  • trovare un’applicazione ludica manuale dell’algoritmo di ricerca dicotomica;
  • proporre l’indovinello ed eventualmente impostarci un gioco a squadre;
  • applicare l’algoritmo alla ricerca di una pagina in un libro;
  • cercare situazioni quotidiane in cui sarebbe utile applicare l’algoritmo;
  • cercare situazioni in cui l’algoritmo non è applicabile;
  • valutare il numero di passi che portano alla soluzione del problema in base alla dimensione dello spazio di ricerca;
  • riflettere sulla potenza della ricorsione, che permette di risolvere un problema di ricerca riducendone via via lo dimensione fino a ridurre lo spazio di ricerca ad un solo elemento.

8. CodeWeek anche da casa

Speravo di non dover scrivere questo post, ma non possiamo far finta di niente. Purtroppo il contenimento epidemico ha già imposto ad alcune scuole la chiusura. So bene che la situazione sta mettendo a dura prova bambini, insegnanti e famiglie e che la prima preoccupazione sia quella di salvaguardare, per quanto possibile, la didattica, i contatti umani e il ruolo sociale della scuola. Quindi perdonatemi se parlo di coding, ma da questa pagina è l’unica cosa che posso permettermi di fare.

Quello che posso dirvi è che per CodeWeek non importa come, dove e quando si svolgano le attività che avete programmato, ma conta solo che ne condividiate con i vostri alunni le finalità e che troviate un qualsiasi modo per mettere in campo il pensiero computazionale.

Le attività fai-da-te di Coding in famiglia sono state concepite proprio per questo. Potete organizzare un evento distribuito e asincrono scegliendo una delle attività, mandando ai vostri alunni il link al video-tutorial, chiedendo loro di guardarlo e di provare il gioco a casa, con i familiari o con voi, collegati in qualsiasi modo. Le coordinate delle scacchiere, come nel gioco degli scacchi, consentono di giocare anche al telefono, ciascuno con la propria scacchiera. Un’attività di questo genere può essere considerata online privata, sulla mappa di CodeWeek.

Se ci sono webinar interattivi in orario scolastico organizzati con ActiveViewer, come quello di venerdì dedicato a CodyColor e tutti gli altri di CodeMOOC, potete proporre di seguirli anche da casa. I requisiti tecnici sono minimi, valutate voi se pensate che i vostri alunni abbiano la possibilità di collegarsi ad Internet con un computer, un tablet o uno smartphone.

Un’altra attività che potete sempre svolgere riguarda CodyColorGame, il gioco online che consente di organizzare sfide di coding istantanee tutti contro tutti. Potreste dare appuntamento ai vostri alunni in un orario praticabile per tutti (anche la sera) e organizzare per loro una Battle Royale, distribuendo il link attraverso i canali di DAD o di comunicazione con le famiglie.

I dettati digitali sono un’altra attività di coding che può essere fatta anche solo in chat. Seguite ad esempio le regole della pixel art esadecimale.

Sono solo esempi, per dirvi che ogni tentativo merita la vostra presenza sulla mappa di CodeWeek! Non fatevi scrupolo, pianificate e caricate le vostre attività: il fatto stesso di provarci dimostrerà ai vostri alunni l’importanza del coding e contribuirà a CodeWeek.

Grazie di tutto

Alessandro

 

7. Debugging

Una delle attività più importanti della programmazione (e uno degli aspetti più istruttivi del coding) è il debugging: cioè l’individuazione e la correzione dei propri errori!

Ogni volta che scrivete del codice, dovete metterlo alla prova per verificare che faccia quello che intendevate fargli fare. Se state programmando un computer o un robot, dovete metterlo in condizione di eseguire il codice e osservarne il comportamento. Se invece state facendo coding unplugged, il robot siete voi e dovete prestare moltissima attenzione al codice.

In ogni caso, non appena osservate un comportamento anomalo, dovete cercarne la causa nel codice e correggerlo. Quindi qualsiasi attività di coding, con o senza dispositivi, richiede fasi di verifica e debugging.

Oggi vi lancio una sfida: correggere gli errori che ho commesso io stesso durante un webinar sulla programmazione di giochi in Scratch, mentre illustravo le attività proposte da CS First!

Ecco il momento in cui ho provato il codice e ho visto gli errori…

Sapreste trovarli e correggerli?

 

5. Il linguaggio delle cose

La quinta proposta è un’attività piccola piccola che appartiene alla storia di CodeWeek: un video di 5 minuti che preparai nel 2013, quando Europe Code Week e CS Education Week (Hour of code) vennero lanciate in sordina, dando inizio all’epopea del coding a scuola.

La ripropongo perché è talmente semplice da non imporre alcun limite di età, alcun requisito tecnico, alcun prerequisito o alcuna preparazione.  Al tempo stesso è talmente aperta da non porre limiti alla fantasia e alla creatività.

Ecco il video:

L’attività consiste nella visione del video, seguita da un lavoro in classe in cui gli alunni sono stimolati a chiedersi quali degli oggetti che usano abitualmente siano programmabili e cosa vorrebbero far fare alle cose se sapessero programmarle.

Qui una descrizione più accurata dell’attività proposta.

 

4. Coding@home come a scuola

La proposta di oggi riguarda semplici giochi da tavolo (o da pavimento) fai-da-te descritti in brevi video-tutorial ai quali è dedicata una sezione del sito di CodeWeek EU:

https://codeweek.eu/resources/CodingAtHome

I video tutorial sono in inglese, con sottotitoli in 28 lingue, tra qui l’Italiano. Ma poichè sono riedizioni di video originali proposti in Italia e raccolti in uno speciale di RAI Cultura, chiamato Coding in famiglia, potete scegliere se utilizzare la versione inglese (in modalità CLIL) o quella italiana.

https://www.raicultura.it/speciali/codinginfamiglia/
coding-in-famiglia

Ogni video dura tra i 10 e i 20 minuti. Vi consiglio di guardarlo per sceglierlo, valutarne l’adeguatezza e procurarvi il materiale necessario a svolgere l’attività in classe. Poi potete pianificare un’attività di una o due ore, in cui dedicare 15′ a riguardare il video in classe, 30′ per preparare l’attività e il resto per giocarci, parlarne e concepirne varianti.

Essendo attività molto semplici e riproducibili, potreste anche proporre agli alunni di riprodurle a casa e giocarci in famiglia.

3. Webinar online in orario scolastico

La terza proposta riguarda la partecipazione a webinar online interattivi organizzati in orario scolastico. Il portale di CodeWeek da quest’anno propone un calendario di attività online aperte che gli insegnanti possono scegliere di seguire con i propri alunni.

Gli insegnanti che intendano partecipare ad uno specifico webinar con i propri alunni sono invitati a consultare attentamente le modalità di prenotazione (dove prevista) e di partecipazione e ad aggiungere sulla mappa di CodeWeek un’attività a proprio nome collegata all’evento. Come titolo dell’attività si consiglia di scrivere “La classe … partecipa a …“. La data e l’ora dell’attività coincideranno con quelle dell’evento se se ne prevede la fruizione in diretta, potranno essere successive in caso di fruizione on demand. La tipologia di attività da dichiarare da parte degli insegnanti è “presenziale privata“, nel caso in cui i webinar siano seguiti da Scuola con un gruppo di alunni predeterminato.

Volendo, è possibile utilizzare il codice Code Week 4 all associato al webinar al quali si partecipa, in modo da fare rete con tutte le classi partecipanti allo stesso webinar.

Questa modalità di fruizione locale di webinar online interattivi riprende ed estende quanto sperimentato con successo nelle scorse edizioni di CodeWeek.

I webinar direttamente organizzati da Alessandro Bogliolo per CodeWeek sono descritti all’indirizzo http://codemooc.org/webinar-codeweek-2020.

Invitiamo inoltre le scuole a sfruttare i webinar eventualmente organizzati dalle proprie Equipe Formative Territoriali di riferimento e le tante opportunità offerte da aziende, associazioni e CoderDojo, che verranno segnalate nel calendario delle attività online aperte.

 

2. CodyTrip

La seconda proposta che vi facciamo per partecipare a CodeWeek 2020 è decisamente inconsueta: si tratta di CodyTrip, un viaggio d’istruzione online di due giorni, all’insegna del coding. Il viaggio è organizzato come una vera gita scolastica, ma si svolge interamente online, prevede attività di coding ed è completamente gratuito, come ogni attività di CodeWeek. Trovate a questo indirizzo tutti i dettagli e le modalità di partecipazione: http://codemooc.org/codytrip

CodyTrip si svolgerà il 10 e l’11 dicembre 2020 e vi porterà alla scoperta di Urbino, città natale di Raffaello Sanzio, centro storico Unesco e culla del Rinascimento. Se decidete di partecipare con la vostra classe, potete registrare sulla mappa di CodeWeek un’attività “presenziale privata” (trovate qui la descrizione delle tipologie di attività) intitolata “La classe … partecipa a CodyTrip Urbino“. Specificate come date quelle di effettivo svolgimento (10-11 dicembre 2020) e come luogo quello della vostra scuola (che è il luogo da cui voi e i vostri studenti seguirete la gita in diretta).

Questa proposta serve a chiarire due aspetti importanti delle attività di CodeWeek:

  • il primo è che potete organizzare e caricare attività anche al di fuori del periodo 10-25 ottobre;
  • il secondo è che ogni attività online aperta alla quale deciderete di aderire con la classe, potrà essere da voi registrata come attività presenziale privata.

Suona strano ma è così: se seguite da scuola un’attività online aperta, per i vostri alunni l’attività si svolge in classe, e quindi in presenza, e in un gruppo chiuso, e come tale privato nel gergo adottato da CodeWeek.